il 1967 di Patti e De Feo

Ricevo da Antonella Zatti (e la ringrazio) la segnalazione di questo articolo su khayyamsblog.blogspot.com. ma.mi.

All’ombra di Anna Maria Ortese, vincitrice del Premio Strega nel 1967 col suo “Poveri e semplici”, pochi ricordano che si consumò una lotta “durissima” e del tutto “particolare” tra due scrittori “romani” d’adozione: Ercole Patti e Sandro De Feo. I due, all’epoca, erano inseparabili amici da più di trent’anni, lucenti stelle delle notti romane, ascoltati protagonisti delle chiacchierate al caffè, ottimi “tavolieri” delle trattorie romane all’aperto. Quelli della migliore Roma felliniana, insomma.

I due scrittori nel 1967 erano fra i cinque finalisti del premio Strega che la sera del 4 luglio fu assegnato ad una Ortese in “grande spolvero”: il miraggio di uno dei più prestigiosi premi letterari italiani non riuscì, però, a renderli nemici, a invischiarli nelle polemiche, nelle lotte elettorali che rispuntavano puntuali a giugno come (poteva allora sentirsi, in una capitale senza smog) il profumo dei tigli.
[continua a leggere su khayyamsblog.blogspot.com]

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a il 1967 di Patti e De Feo

  1. Grazie davvero per l’attenzione e la cortesia. Sperando di non ledere la vostra gentilezza, vi segnalo sulla Baker e la sua personalità affascinante il nostro post odierno sul Khayyam’s blog. Troverete quanto sia stato importante, per questa donna, proprio un siciliano….

    http://khayyamsblog.blogspot.com/2009/04/1925-la-venere-nera-sbarca-parigi.html

    saluti affettuosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *