Monthly Archives novembre 2013

Giovanni Piazza, il metro e la rima (eroticodemenzialpopolari)

Stefania Raffiotta intervista Giovanni Piazza. «Signor Giometrico, posso farle qualche domanda?» Un’intervista? A mmia? E perché? «Perché lei scrive poesie» E chi lo dice? «La gente» Seeee! La gente ha mica il tempo di occuparsi delle mie cabasisate. «Delle sue che? » Senti, cara, innanzitutto diamoci del tu, perché sta storia del lei mi sbummica [...]

Dopo Nassiryah

di Mauro Mirci Il 12 novembre 2003, un’autocisterna imbottita di esplosivo attaccò la base militare di Nassiryah, in Irak. La deflagrazione provocò ventotto vittime. “Dopo Nassiryah” è un racconto del 2004. Visione distopica di un futuro prossimo al 2003. Due editor lavorano a una storia. “Dopo Nassiryah” narra l’editing di quella storia. [Clicca qui per [...]

Il lume e la candela

di Greta Cerretti Quando ho visto che avevi acceso anche le candele mi sono commossa. È stato più forte di me: avrei voluto attraversare il tuo salone con passo spedito, sedermi con noncuranza sul divano che ci ha cullati tante notti e accavallare le gambe. Sicura di me, immune a tutta la scenografia che hai [...]

Papàs Luigi Lucini. Il Buddha cristiano

Domenica, 17 novembre, Papàs Luigi Lucini, presenterà a Piazza Armerina il suo libro “Il Buddha cristiano“. L’appuntamento è al ristorante Coccinella, di via Renato Guttuso, alle 19,00. Sarà il quarto incontro di quello che Concetto Prestifilippo s’ostina a chiamare Caffè Letterario. Trattasi, in realtà, di Pizzeria Letteraria, di dignità per nulla inferiore al tradizionale caffè. [...]

Gattari.it

delicata storia d’amore di Greta Cerretti Seduta di fronte a Mauro, osservo il tamburellare delle sue dita ossute sul tavolo di questo squallido pub di periferia. I suoi occhi verdi brillano nonostante il buio del locale, il sorriso è incorniciato da una barbetta incolta che nasconde le rughe del viso da giovane cinquantenne. È bello [...]

Due parole su Amianto di Alberto Prunetti

di Angelo Maddalena Terribile e bellissimo, lo definisce Valerio Evangelisti nella prefazione, io aggiungo “doloroso ed epico”. Doloroso perchè Alberto, che io conosco e ho incontrato spesso negli ultimi anni a Siena e in zona Maremmana, ma l’ultima volta alla presentazione del suo libro al Gabrio di Torino, Alberto, dicevo, scrive una biografia di Renato, [...]

Nulla può essere successo

di Mauro Mirci Il capoposto si raccomanda sempre. Salutare. Chiedere con cortesia i documenti. Esaminarli. Trascrivere dati ed estremi d’identificazione sul registro dell’obiettivo sensibile. Restituire i documenti. Mai alterarsi, anche se il visitatore si lamenta che ogni volta è la stessa storia, che non si possono registrare tutti quelli che entrano ed escono da un [...]