PDZ 2.0: il nuovo PupidiZuccaro, cronache contro lo svanire

Ricevo dagli amici di Pupi di Zuccaro e volentieri diffondo. ma.mi.

Più aperto al mondo, con più rubriche, approfondimenti e  interazione con i lettori grazie alle pagine ufficiali su twitter e facebook.
Il portale culturale www.pupidizuccaro.com si rinnova completamente a due anni dalla nascita. Letteratura, arte, cinema, attualità, con “un occhio di riguardo – recita il manifesto – verso tutto ciò che ci sembra nuovo e bello: ragionamenti disinteressati, onestà intellettuale, ingenuità feconde”.
Spazio quindi alle creazioni dei Pupi. Racconti, poesie, piccoli saggi, reportage, interviste, riflessioni originali. Nella categoria fruizioni trovano spazio recensioni, punti di vista, sulle produzioni artistiche degne di interesse.
Pupini sarà il nostro spazio su Twitter (http://twitter.com/pupidizuccaro), il social network dove l’infinito è racchiuso in 140 caratteri. Cinematografo offrirà video e brevi didascalie, schegge visive, lampi dal mondo del cinema, perenne interprete dell’esistente. Con l’Osservatorio, i Pupi forniranno una
panoramica dei progetti editoriali più innovativi e interessanti della scena italiana, su carta e su web.

Nato dalle ceneri della rivista BombaSicilia, Pupi di Zuccaro è stato fondato nel 2009 da Tonino Pintacuda, Simona Iovino, Maria Renda, Silvia Geraci e Giulia Merlino. Attualmente fanno parte della redazione Tonino Pintacuda, Nino Fricano, Marco Bisanti, Paolo Castronovo, Fabio Cirello, Marco Viviani e Rogero Fiorentino.

Per contatti
pupidizuccaro@gmail.com
Tonino Pintacuda 329 84 73 881
Nino Fricano 340 370 49 36

twitter  http://twitter.com/pupidizuccaro
facebook http://facebook.com/pupidizuccaro

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *